Post

Questo sito utilizza cookie di Google e di altri provider per erogare servizi e analizzare il traffico. Il tuo indirizzo IP e il tuo agente utente sono condivisi con Google per le metriche su prestazioni e sicurezza, per la qualità del servizio, generare statistiche e rilevare e contrastare abusi. Navigando nel blog accetti l'uso dei cookie e il trattamento dei dati secondo il GDPR. Per maggiori dettagli puoi leggere la seguente Informativa estesa.

Il Libro della Giungla nelle illustrazioni di Memo Vagaggini

Immagine
L'edizione Corticelli- Mursia de Il libro della Giungla è stata a lungo impreziosita da sette belle tavole a colori fuori testo del pittore toscano Nicodemo "Memo" Vagaggini (Santa Fiora, Grosseto, 1892 – Firenze, 1955). Ognuna di esse illustra una delle sette parti in cui lo scrittore britannico Rudyard Kipling divise il suo testo, con le prime tre a formare la storia di gran lunga più celebre del libro, quella del cucciolo d'uomo Mowgli (Ranocchio) a cui non si manca di fare spesso riferimento con il titolo generale dell'opera.
Vediamo nell'ordine ognuna delle sette parti, con il titolo loro assegnato nell'edizione Corticelli-Mursia e la relativa illustrazione di Memo Vagaggini:
I. I fratelli di MowgliIl cucciolo d'uomo Mowgli, allevato da una famiglia di lupi, è portato alla Rupe del Consiglio, dove si deciderà del suo destino: se almeno due voci parleranno in suo favore sarà accolto nel branco guidato da Akela, che presiede al Consiglio sul seggio …

Miao numero 1 - Aprile 1965

Immagine
Non è senza un po' di orgoglio che vi presento adesso un vero post "da collezione": la scansione completa del primo numero del giornalino Miao. E per chi fosse interessato, nell'altro mio blog, Cronache del Tempo del Sogno, è possibile visionare anche le scansioni integrali di Miao numero 58 e di Super Miao numero 6
Buona lettura/visione!
Miao numero 1 - Aprile 1965



















Introduzione a Miao, giornalino di storie mute e attività per bambini

Immagine
Nell'aprile 1965 esce nelle edicole il primo numero di Miao, un giornalino composto di brevi storie mute e di pagine di attività e destinato ai bambini dell'età prescolare e del primo ciclo scolastico. Il fascicoletto, dal costo di lire 120, si presenta come un mensile di ventiquattro pagine (più quattro di copertina) che si sviluppano in senso orizzontale, nel formato 23,8 x 13,4 cm. Periodicità e numero di pagine sono tuttavia destinate a cambiare molto presto: grazie al grande successo di vendite, fin dal numero 4 le uscite diventano quattrodicinali, mentre dal numero successivo, il 5, le pagine passano a trentadue. 
Una delle caratteristiche di questo periodico per l'infanzia, ben nota a chiunque lo abbia conosciuto, era di essere una pubblicazione in cui le pagine da ritagliare, a differenza del similare Michelino,  non erano riunite in un inserto centrale staccabile ma bensì sparse per tutto il fascicolo, che perciò finiva di norma distrutto. E' anche a questo che…